Primo Maggio.

Amo il mio lavoro, un lavoro che ho scelto fin da quando ero bambina, un lavoro che, quando frequentavo il liceo e l’università, vedevo come un traguardo a cui tendere, un lavoro che ho sempre considerato un diritto e un dovere e penso che sia un grande privilegio poter svolgere la professione che amo.

Oggi il mio pensiero va a chi non ha scelto il proprio lavoro, a chi non ha proprio un lavoro, a chi non sa se il mese prossimo potrà ancora lavorare, a chi è sfruttato e senza diritti, a chi lavora in condizioni insicure e pericolose e sogno un mondo in cui ciascuno possa essere fortunato come me e svolgere il lavoro che più gli piace e che gli consenta di vivere in modo dignitoso.

Mi piace ricordare che la nostra Repubblica considera il lavoro come il suo principio fondamentale.

Buona festa del lavoro a tutti.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in diritti e doveri, personali. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Primo Maggio.

  1. riccardo u. scrive:

    Il diritto al lavoro è in effetti il diritto a vivere in modo dignitoso e gratificante, benchè ciò diventi ogni giorno più difficile!
    Tuttavia, è importante non perdere mai la speranza e non dimenticare la nostra storia (Storia compresa).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.