Dopo il voto.

A spoglio quasi concluso non ci sono dubbi sull’esito di questa tornata elettorale, l’Italia avrà un nuovo governo, dotato di una consistente maggioranza, che dovrà affrontare questioni rilevanti.

Anche se non condivido  molte delle idee portanti e dei principi della coalizione che ha vinto le elezioni mi auguro e auguro al nostro paese che il nuovo governo  affronti con serietà e competenza i problemi che ci affliggono e si sforzi di risolverli perchè amo l’Italia e non accetto la logica del “tanto peggio, tanto meglio”.

Le sfide che ci attendono non sono una partita di calcio, non si può e non si deve tifare “contro” la squadra in campo, ma è legittimo aspettarsi che dia l’anima per vincerle.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in diritti e doveri, personali. Contrassegna il permalink.

13 risposte a Dopo il voto.

  1. giorgio scrive:

    Credo che per vincere queste sfide occarra un cambiamento radicale dell’impostazione di questo stato…e nessuno dei presenti in parlamento credo voglia questo.
    A presto, Giorgio.

  2. Artemisia65 scrive:

    in bocca al lupo ai vincitori
    e seria autocritica ai perdenti
    che l’opposizione sia costruttiva e non distruttiva
    sennò perderanno pure le prossime

  3. Mi impegnerò, ma non credo assolutamente ad un cambiamento da parte di chi ha interesse a non farlo. Un saluto

  4. Alberto scrive:

    Mi sono svegliato male.

  5. roselia scrive:

    perlomeno l’opposizione non è fatta da tante piccole particelle…..

  6. Pepenero scrive:

    E me lo auguro anche io! Sigh!

  7. Gianluca scrive:

    Pina, fatti forza, ma non mollare.

    Un consiglio: intrufolati a qualche festa della Lega Nord e cerca di fare qualche azione di spionaggio e confusione. Per esempio, lamentati della qualità della polenta taragna, gli Alpini e in passato ai festiva dell’Unità si mangiava molto meglio! 😀

  8. enrico scrive:

    Voglio esprimerti la mia ammirazione per questo post. Saggio ed intelligente. Sai Pina io non sono mai stato di sinistra ne di centrosinistra e nel mio google reader mi sono accorto invece che il 99% dei blog che leggo appartengono a quella fascia politica. Sono contento di avere la “Sciura Pina”.
    Complimenti davvero

  9. riccardo u. scrive:

    Purtroppo, quando si smarrisce: 1) memoria; 2) legame con la “nostra” gente; 3) grinta… si perde. Rovinosamente.
    Comunque, io penso che questa disfatta abbia origini ancor prima che politiche, etiche e culturali.
    Non sarà il caso d’andare a rileggerci almeno qualcosa di Antonio Gramsci?
    Tuttavia spero anch’io, Pina, che il nuovo governo possa far bene.
    Quanto a chi soffre di certe “amnesie” politiche, etiche, culturali ecc., ne tragga le dovute conseguenze.
    Per il resto, la Storia (come han detto in tanti) ha sempre più fantasia di noi, perciò penso che non si debba cedere alla depressione; ci sono già abbastanza persone deprimenti, in giro!
    Scusa il commento, forse un po’ troppo lungo e cervellotico
    Un saluto

  10. ami scrive:

    Spero anch’io che facciano qualcosa di buono anche se non mi faccio molte illusioni. Temo che la luna storta mi durerà ancora un pò! 🙁

  11. Pingback: Riflessioni partitiche babilonia

  12. marco scrive:

    se chi è stato eletto avrà questa tua disposizione d’animo, le cose andranno molto bene. altrimenti, poveri noi.

  13. Signor Ponza scrive:

    Direi che è il minimo che ci possiamo augurare. Spero possano sorprenderci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.