Per uno sport “pulito”.

Ormai non c’è manifestazione sportiva sulla quale non aleggi l’inquietante spettro del doping, a controlli sempre più sofisticati si contrappongono metodiche sempre più raffinate, così dopo anfetamine e steroidi ( che i miei allievi si ostinano a chiamare asteroidi) si è passati all’autoemotrasfusione e all’eritropoietina e tutto ciò per migliorare le prestazioni, per correre un po’ più velocemente, per essere un po’ più forti, per salire un po’ più in alto (in fondo Citius! Altius! Fortius! altro non è che il motto olimpico).

E’ ora che lo sport ritorni alla primitiva purezza, quando si gareggiava unicamente ispirandosi a De Coubertin, è ora che si torni allo spirito cavalleresco del buon tempo antico.

Per questo motivo plaudo incondizionatamente alla scelta coraggiosa degli organizzatori della Maratona di New York che hanno deciso di contrastare la dannosa ed immorale pratica del doping: da quest’anno non si potrà più gareggiare accompagnati dalla musica, la pericolosa sostanza proibita che stordisce il cervello, dà il ritmo alla corsa e non fa sentire la fatica.

Purtroppo devo fare “outing”: anch’io, quando cammino in montagna, porto l’ipod, meno male che nessuno mi ha mai fatto l’antidopig.

parete

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in diritti e doveri, e adesso musica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Per uno sport “pulito”.

  1. Laura scrive:

    ma io adoro camminare con la musica nelle orecchie!!
    come dici tu: meno male che nessuno mi ha mai fatto l’antidopig.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.