Chi l’avrebbe immaginato?

I telegiornali riportano con stupore e una punta di riprovazione la “notizia” secondo la quale alcuni si sarebbero recati al tribunale di Como per chiedere i biglietti per assistere al processo per la “Strage di Erba” che vede la prima udienza fissata per il 29 gennaio 2008.

Francamente mi stupisco che ci si stupisca, dopo che si è fatto di ogni avvenimento di cronaca nera un evento mediatico, dopo che sui delitti di Novi Ligure, Cogne, Erba e Garlasco, si è disquisito in lungo e in largo, con abbondanza di esperti e testimoni, dopo che ci sono stati propinati il plastico, le ricostruzioni, le biciclette come potrebbe il pubblico, trasformato volutamente in “audience”, non interessarsi al processo come fosse un succulento reality.

Mi sembra ipocrita pretendere che il pubblico assista con sobria serietà ed il giusto distacco ad un avvenimento che altrove, magari contemporaneamente, è trattato alla stregua di una fiction.

Sarebbe forse il caso che il giornalismo televisivo, soprattutto quello di approfondimento, non indulgesse, come fa, sulla cronaca nera che, nel panorama dell’informazione, dovrebbe ricoprire un ruolo marginale rispetto alle notizie di politica interna ed estera o di economia, ma si sa le fluttuazioni di borsa sono meno morbosamente appetibili e poi è difficile riprodurle in un plastico.

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, televisione. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Chi l’avrebbe immaginato?

  1. Dak scrive:

    Ormai non mi stupisco + di niente!!!Un saluto Dak

  2. Robi scrive:

    Purtroppo il giornalismo televisivo (ma anche quello cartaceo) corre dietro alla morbosità della gente. Forse abbiamo quelli che siamo………….Scappiamo?

  3. Elisabetta scrive:

    purtroppo si è innestato quel circolo vizioso per cui ci fanno credere che si venda la notizia quando è sanguinosa perchè al pubblico piace la cronaca e viceversa. ma non è vero, o meglio, è giusto che la cronaca sia un tipo di notizie accanto alle altre, he però attirano meno. penso sia una questione di educazione: se non guardassimo più i talk show a tema e cambiassimo canale mentre i programmi parlano di questo forse potremmo cambiare qualcosa…ma deve farlo qualcuno che ha il meter dell’auditel in salotto 🙂

  4. Danilo scrive:

    Forse non hanno ancora capito che dietro a tutto il teatrino montato a regola d’arte dai media ci sono sempre delle persone morte e altre che soffrono.

  5. chit scrive:

    Purtroppo molta gente preferisce “guardare” a casa d’altri piuttosto che a se stessi e alla propria. Fammelo dire, che tristezza?! 😕

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.