Un problema ciclico.

Come ho avuto modo di scrivere commentando Catepol per me il ciclo mestruale non è più un problema, se l’anagrafe non è un’opinione, ad un certo punto della vita, chi prima, chi poi, tutte noi ( sì proprio noi: l’altra metà del cielo) ci imbattiamo nel fenomeno benedetto/maledetto che chiamiamo menopausa.

Anche prima di questi anni, tuttavia, le mestruazioni non sono mai state un problema: ho sempre fatto sport, ho sempre fatto trekking, ho sempre viaggiato con o senza, anche perché non ho mai sofferto di particolari disturbi eccetto qualche ora di emicrania e un po’ di tachicardia.

Ho sempre considerato le mestruazioni un fatto assolutamente fisiologico, pertanto ne ho sempre parlato liberamente: a questo proposito ricordo che, qualche anno fa, alla vigilia di una gita scolastica a Parigi, mi ero ritrovata a discutere con le ragazze della mia classe su date, cicli e disturbi connessi in modo molto naturale e leggero.

Tuttavia in passato mi è capitato abbastanza spesso di dover soccorrere e tranquillizzare qualche ragazzina che, non essendo stata adeguatamente preparata dai genitori, aveva avuto le prime mestruazioni a scuola e le aveva affrontate con paura e vergogna perché, è inutile dirlo, soprattutto in alcune famiglie di certe “cose” non si parlava e le ragazze erano venute a conoscenza del fenomeno attraverso i racconti, misteriosi e vagamente imbarazzanti, delle compagne più grandi.

Questo ci ha spinto, come docenti, ad affrontare il discorso in classe, con maschi e femmine, perché è giusto che anche i ragazzi siano a conoscenza dei cambiamenti che caratterizzano maschi e femmine nella difficile età della preadolescenza.

Certo sarebbe tutto più semplice e naturale se alcuni genitori fossero un po’ meno reticenti.

via senza aggettivi

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, ex insegnante di lettere ora felicemente in pensione, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, parliamo di donne, personali. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Un problema ciclico.

  1. pm10 - susan scrive:

    Grazie per il tuo punto di vista, che a noi “sbarbine” non sarebbe mai potuto venire in mente.
    un abbraccio
    susan

  2. roselia scrive:

    purtroppo è un argomento tabù per alcuni…chissà perchè. E’ un momento naturale nella vita di una ragazza/donna, più si è informati meglio lo si può vivere. Non sono in molti ad arrivarci!(con la testa, dico).

  3. silvia scrive:

    pensa che volevo parlarne anch’io!!!! e non sapevo di questa iniziativa fra bloggers!!!
    un salutone!!!!

  4. Anonima scrive:

    Anche se in famiglia non se ne parla come fanno le ragazzine di oggi a ignorare tale evento? Mah, a me sembra veramente incredibile.

  5. Sciura Pina scrive:

    L’età della prima mestruazione si abbassa sempre di più e capita che ci siano bambine di quarta o quinta elementare assolutamente traumatizzate dai racconti delle ragazzine di poco più grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.