Archivi categoria: i giorni della scuola

Non solo dame e cavalieri.

E’ stupendo il castello di Issogne, la dimora dei conti di Challant, dalle forme eleganti e sobrie, e basta superare il portone d’ingresso per ritrovarsi proiettati in un passato di agiata e pacifica ricchezza testimoniata dagli affreschi delle lunette del … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, i giorni della scuola, impara l'arte, personali | Lascia un commento

Quando non scrivo.

Se, come è successo negli ultimi giorni, tralascio un po’ la scrittura di solito non è perché non ho nulla da scrivere, ma al contrario perché avrei troppo e preferisco prima di tutto fare ordine tra le mie idee (ammesso … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, personali | 1 commento

Qualcosa in comune.

Trascorriamo l’intervallo mensa in giardino, visto che c’è un po’ di sole, mi siedo sul muretto e, mentre i maschi e qualche ragazza un po’ più sportiva si impegnano in estenuanti tornet di calcio e pallavolo, tiro fuori lo smartphone … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, e adesso musica, i giorni della scuola, mondo di celluloide, personali | Lascia un commento

Il tempo e i sogni.

Quando i miei ragazzi sono un po’ irrequieti e chiacchierano e si distraggono perdendo tempo, come purtroppo succede abbastanza spesso, di solito interrompo la lezione e faccio una “tirata” che sortisce l’effetto di riportare il silenzio tra i muri dell’aula. … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, personali | Lascia un commento

Un attimo di respiro.

Ogni giorno, dopo il suono dell’ultima campanella della giornata, gli insegnanti dell’ultima ora si ritrovano in aula professori per riporre i libri nei cassetti, per sistemare le ultime “sudate carte”, per respirare un po’. Capita spesso di indugiare, magari per … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, personali | 1 commento

Bulli e pupi.

Ieri siamo andati a teatro e devo dire che raramente  ho visto i miei ragazzi così interessati e coinvolti, ma probabilmente il tema trattato era talmente importante da catturarli. “Bulli  pupi” è uno spettacolo teatrale di e con Tiziano Manzini, … Continua a leggere

Pubblicato in chi è di scena, così è la vita, diritti e doveri, i giorni della scuola | Lascia un commento

Il gioco del silenzio.

Quando ero bambina, alla scuola elementare, si giocava veramente poco, anzi non si giocava proprio infatti l’idea di giocare in classe sarebbe sembrata un’eresia visto che persino i dieci minuti dell’intervallo li passavamo andando ai servizi rigorosamente in fila per … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Il “dopo pagella”.

I giorni che seguono la consegna dei documenti che certificano la valutazione del primo quadrimestre (per i non addetti ai lavori le “pagelle”) sono molto particolari: in classe si vive in un’atmosfera un po’ ovattata, in un limbo nel quale … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, personali | Lascia un commento

Per fare uno spillo.

L’economista Adam Smith, nella seconda metà del ‘700, spiegava che per produrre uno spillo era necessario suddividere il lavoro in diciotto operazioni distinte e che, per razionalizzare la produzione, era indispensabile che ogni lavoratore svolgesse una e una sola di … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, diritti e doveri, i giorni della scuola, passato (quasi) remoto | Lascia un commento

Pagelle.

Quest’anno il documento della valutazione quadrimestrale (la pagella come si chiamava una volta) sarà visibile sul registro elettronico: decisamente è un segno dei tempi che cambiano. In fondo se è vero che capita sempre più spesso che si annunci persino … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento