Archivi categoria: passato (quasi) remoto

La centrale idroelettrica di Crespi d’Adda.

Una meta interessante per una gita (magari in una giornata meno afosa di oggi) può essere il villaggio operaio di Crespi d’Adda (di cui ho scritto spesso) con la visita guidata alla piccola centrale idroelettrica che sorge ai piedi della … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Il telaio e il museo.

Al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano c’è un telaio degli inizi del ‘900, un telaio per tessuti da arredamento, preziosi ed eleganti. Di fianco al telaio c’è un pannello con la spiegazione del funzionamento  e la provenienza: … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Pellegrinaggi.

Ci sono luoghi dove, a volte, torno non per vedere un panorama o un monumento, ma perchè spinta quasi da una necessità, dal bisogno di ricordare, dal pensiero che sia un dovere tornare. Uno di quei luoghi è la Stazione … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, diritti e doveri, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Notti d’estate.

Quando ero bambina e abitavo a Milano in un appartamento dai soffitti altissimi ricordo che l’inverno era gelido in modo leggendario e l’estate afosa e soffocante: in casa nostra in inverno non c’era il  riscaldamento centralizzato (ma una stufa che … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Segni di guerra.

Forse li incontriamo e non ce ne accorgiamo neppure, dipinti sui muri degli edifici delle nostre città, seminascosti da graffiti e cartelloni pubblicitari, sfuggiti all’incuria del tempo e ai restauri successivi. Si tratta di lettere dell’alfabeto, spesso accompagnate da un … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Volandia.

Volandia non è solo un museo, è uno spazio dedicato al volo ospitato in quelli che furono i capannoni delle officine Caproni, la fabbrica fondata nel 1910 da Giovanni Battista Caproni, un vero e proprio pioniere del volo, a Somma … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Ritorno al passato.

Per un giorno all’anno il paese si anima di persone che sembrano uscite da una foto d’epoca, una di quelle foto un po’ sfuocate che riposano nel fondo di cassetti dimenticati, uomini e donne vestiti della festa con la sobria … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Over 65.

Appartengo alla generazione dei “baby boomers”, i nati nel decennio dopo la fine della seconda guerra mondiale, ho vissuto da bambina gli anni del boom economico, quando in tutte le case sono entrati almeno un’automobile, un televisore, un frigorifero, una … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Gli esami non finiscono mai.

Anzi prima o poi finiscono. Quando ero bambina c’era l’esame per il passaggio dalla seconda alla terza elementare e, logicamente, non me lo sono perso così come non sono riuscita ad evitare nessuno degli esami della mia storia di studentessa … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, i giorni della scuola, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Restituzioni.

Quando, nello scorso mese di settembre, in occasione della manifestazione “Ville aperte in Brianza”, ho visitato la villa Borromeo d’Adda di Arcore i lavori di restauro fervevano, il cantiere era aperto e le impalcature impedivano persino di intuire la bellezza … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento