Archivi categoria: il piacere del cibo

Mi sento un po’ in colpa.

Di solito mi sforzo di stare un po’ attenta a quello che mangio, mi sento virtuosa quando opto per un’insalata, limito i carboidrati (e anche gli “idrocarburi” come affermava convinta una signora al bar) e tengo sotto controllo grassi e zuccheri, … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, il piacere del cibo, le mie montagne, personali | Lascia un commento

Moussakà.

Non si può trascorrere qualche giorno in Grecia senza imbattersi nella moussaka, lo sformato di melanzane e carne così tipico delle terre elleniche, e quasi sempre l’incontro lascia il segno (nel mio caso sul giro-vita). Non ho potuto fare a … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, così è la vita, il piacere del cibo, personali | Lascia un commento

Hanami.

L’Hanami è una tradizione antica che in Giappone si ripete ogni anno, da tempo immemorabile, quando cominciano a fiorire gli alberi, in particolare i ciliegi. Hanami significa letteralmente “ammirare i fiori” ed è proprio questo che il popolo nipponico, sempre … Continua a leggere

Pubblicato in appunti di viaggio, il piacere del cibo, personali | 2 commenti

Ai fornelli.

Quando ho un po’ di tempo libero mi piace cucinare anche perché, sembra incredibile, ma mi piace mangiare e, possibilmente, mangiare bene. In una giornata ventosa di pioggia  ci sono poche cose più appetitose di un piatto di pizzoccheri, ricchi … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, il piacere del cibo, le mie montagne, personali | Lascia un commento

Karkadè.

“Karkadè” è una parola dal suono un po’ buffo e un po’ esotico che sentivo spesso ripetere dalle nonne quando ero bambina, anche se non riuscivo ad associarla a nulla di conosciuto, mi piaceva però il suono di quelle tre … Continua a leggere

Pubblicato in il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Caramelle.

Quando ero piccola in casa mia le caramelle erano una merce rara, la mamma le acquistava ogni tanto nella drogheria a pochi passi da casa (allora tutti i negozi erano a pochi passi da casa) e poi le occultava in … Continua a leggere

Pubblicato in così è la vita, il piacere del cibo, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento

Tempo di tacchini, tempo di capponi.

Tra pochi giorni, anzi per essere precisi il 24 novembre, sarà Thanksgiving (il giorno del Ringraziamento per i non anglofoni), che negli Stati Uniti si festeggia il quarto giovedì di novembre. Si tratta di una festa nella quale si ringrazia il … Continua a leggere

Pubblicato in blog, così è la vita, il piacere del cibo, in biblioteca | Lascia un commento

Il colore del risotto.

Oggi è una tipica giornata novembrina, piovosa quanto basta (almeno dalle mie parti, altrove la pioggia sta facendo disastri), freddina e grigia, è una giornata da stare chiusi in casa, giornata da polenta e funghi, giornata da risotto. E risotto … Continua a leggere

Pubblicato in il piacere del cibo, Milano nel cuore, personali | Lascia un commento

Pubblicità e pubblicità

Ho la vaga impressione che negli ultimi tempi si siano moltiplicati gli spot pubblicitari nei quali si reclamizzano biscotti, merendine, prodotti dolciari vari tutti rigorosamente “senza olio di palma”. Si allunga così la serie dei “senza”: senza zucchero, senza lattosio, … Continua a leggere

Pubblicato in il piacere del cibo, personali, televisione | Lascia un commento

Ottobre.

Oggi una delle mie ragazzine, durante l’intervallo, ha tirato fuori dalla cartella un contenitore pieno di castagne crude, sbucciate e dolcissime e me ne ha offerta una, la prima castagna di questo autunno. Una volta ottobre era spesso così come … Continua a leggere

Pubblicato in il piacere del cibo, le mie montagne, Milano nel cuore, passato (quasi) remoto, personali | Lascia un commento