Gli eroi quotidiani.

Nelle emergenze ci sono sempre i vigili del fuoco, i volontari della protezione civile, gli uomini delle forze dell’ordine e li chiamiamo eroi perché li vediamo all’opera, infaticabili, quando crolla un ponte o scompare nel nulla una persona cara o frana una montagna o un fiume di fango travolge uomini e cose.

Poi quando l’emergenza è superata spariscono nell’ombra, quasi ci dimenticassimo di loro, ma sono sempre pronti a rimettersi in gioco con umanità, passione e professionalità.

Non chiamiamoli eroi, perchè l’eroismo ha quasi un gusto sovrumano e loro non sono dei “superman”, ma persone normali che sentono la fatica, che soffrono, che si entusiasmano per un successo, per una vita salvata, che forse provano anche la frustrazione, ma non si perdono d’animo.

Non chiamiamoli eroi, ma ricordiamoci di essere grati per il loro lavoro.

Milano - Exxperience 2016

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, diritti e doveri, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.