Invalsi.

E’ da parecchi anni, ormai, che i ragazzi di terza media si trovano ad affrontare le prove Invalsi ( per la cronaca si tratta dei test formulati dall’ “Istituto Nazionale per la VALutazione del Sistema dell’Istruzione”) e fino allo scorso anno le prove, che vertevano su quesiti di italiano e matematica, facevano parte integrante dell’esame di Stato e concorrevano, a volte con effetti devastanti, alla valutazione complessiva della prova d’esame.

Da quest’anno ci sono grandi novità: le prove si svolgono in aprile, a italiano e matematica si è aggiunto anche un test in lingua inglese, le risposte non vanno scritte sul fascicolo cartaceo che per anni è stato l’incubo di tanti studenti, ma digitate direttamente sulla tastiera di un computer.

Oggi un gruppo di ragazzi della mia terza ha avuto il discutibile onore di aprire le danze con la prova di matematica.

Logicamente erano un po’ nervosi, ma anche incuriositi e preoccupati della stabilità della connessione, delle macchine sconosciute e dello scorrere del tempo scandito da un conteggio alla rovescia, piuttosto ansiogeno, nella parte superiore dello schermo.

Tutto sommato la prova, che è coperta da un assoluto velo di segretezza, è andata bene: in fondo sono dei “nativi digitali” e davanti ad un computer non faticano a trovarsi a loro agio.

Sono rientrati in classe abbastanza sorridenti e rilassati anche se, a ben guardare, oggi hanno affrontato la prima prova simile ad un esame della loro carriera scolastica.

Tranquilli, ragazzi, questo è solo l’inizio.

Cavenago - scuola

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.