Videogame.

Abbiamo provato, in classe, qualche simulazione di prova Invalsi online e, dopo un iniziale momento di sconforto di fronte alle difficoltà delle domande di grammatica e alla lunghezza del test, i ragazzi si sono un po’ rincuorati quando hanno scoperto che la prof. (in uno dei suoi sempre più frequenti momenti di “imbranamento”) aveva erroneamente caricato una prova delle scuole superiori.

Sì perché quest’anno la prova Invalsi si svolgerà in aprile (e non durante l’esame), ma soprattutto, novità delle novità, i ragazzi dovranno rispondere alle domande direttamente sui pc (il che, per dei nativi digitali, dovrebbe essere solo un vantaggio).

Che dire?

Speriamo che tutto funzioni, che la connessione regga, che il server non si intasi e che la prova si svolga in modo regolare,per lo meno per quanto attiene alla parte tecnica della situazione, per il resto bisogna fidarsi dei nervi saldi dei ragazzi e di quanto hanno imparato in questi anni.

Io mi sono limitata a consigliare loro di utilizzare le prove come dei videogame, come delle sfide in cui cimentarsi (magari con i compagni) giusto per prendere confidenza con i test, per velocizzarsi un po’, per imparare a controllare la paura.

Comunque in bocca al lupo ragazzi.

tasti

 

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in computer, così è la vita, i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.