Ex voto.

Mi affascinano queste testimonianze, un po’ ingenue, della devozione popolare che ornano, con piccole rappresentazioni pittoriche dai tratti quasi infantili, le cappelle delle chiese soprattutto di montagna o di campagna.

Gli ex voto raccontano di un rapporto con il divino che fa parte della vita quotidiana, di una fiducia nella Provvidenza che rassicura, di una gratitudine che ha il sapore del tempo passato.

Nel Museo Bernareggi di Bergamo sono esposte queste piccole opere d’arte povera che coprono un arco temporale di almeno due secoli, dalle prime nelle quali sono raccontati duelli e salvataggi da fiumi in piena, alle ultime che illustrano i nuovi pericoli del ‘900 dagli incidenti automobilistici al difficile rapporto con la corrente elettrica, senza tralasciare i momenti più bui delle guerre.

Alcuni quadretti sono tanto ingenui da strappare un sorriso, ma in fondo è giusto sorridere perché chi ha donato l’ex voto si è salvato da un rischio mortale e ritiene giusto ringraziare Dio per lo scampato pericolo, per la vita che sembrava persa ed è di nuovo donata, per i poveri beni salvati dalla distruzione.

Bergamo - Museo Bernareggi

Bergamo - Museo Bernareggi

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, passato (quasi) remoto, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.