Documenti e ricordi.

E’ uscita, sul sito dell’Istituto, la circolare a titolo “Quiescenza 1/9/2018” e ho cominciato a raccattare i documenti da presentare in segreteria per presentare la domanda per andare in pensione (perché di questo si tratta).

E’ un po’ buffo il termine “quiescenza”, mi fa pensare al riposo, ad una panchina al parco, ai libri che non ho mai avuto il tempo di leggere, agli armadi che non ho mai il tempo di riordinare.

Rileggo i documenti per assicurarmi che sia tutto in ordine, ripercorro le date, i lunghissimi quarantadue anni passati in un’aula scolastica, rivedo i visi di tanti ragazzi perché il mio lavoro consiste anche in una lunga teoria di relazioni e di persone e non solo in nozioni da trasmettere con più o meno successo.

So già che mi mancherà il mio lavoro, ma sono anche consapevole che, prima o poi, bisogna tentare di smettere, bisogna provare a fare altro, ad inventarsi un’altra vita.

Spero solo di non finire, un po’ annoiata, ad osservare qualche cantiere stradale.

Cavenago Le Foppe

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, i giorni della scuola, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *