Quarant’anni.

Oggi sarebbero stati quarant’anni di vita insieme, anzi, a ben vedere, “sono” quarant’anni di vita insieme anche se tu, fisicamente, non sei più al mio fianco eppure ti sento sempre qui, vicino a me, che continui a condividere, come hai fatto per tanto tempo, le mie giornate.

Ricordo ancora quel dieci ottobre di una vita fa, la giornata di pioggia, mio padre con uno dei suoi proverbiali mal di schiena che zoppicava al mio fianco, l’emozione di vederti là, accanto all’altare, emozionato e sorridente almeno quanto lo ero io.

Ricordo ancora l’inizio della nostra vita insieme, la strana sensazione di imparare ogni giorno ad essere una famiglia, a condividere tutto.

E lo siamo diventati presto una famiglia, una famiglia non proprio come quella del “mulino bianco”, ma una famiglia dove si sorrideva molto e non si litigava quasi mai, una famiglia come tante, ma che noi sapevamo unica.

Oggi sono quarant’anni e nel mio cuore c’è il rimpianto per ciò che mi è stato tolto e la gratitudine per ciò che mi è stato donato.

Valbiandino fiori

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *