Quanto mare!

Chi mi conosce (e chi legge questo blog) sa quanto io ami la montagna e quanto la montagna abbia fatto parte da sempre della mia vita fin da quando, da bambina, trotterellavo dietro i passi cadenzati di mio padre lungo sentieri che, negli anni seguenti, avrei percorso decine di volte per arrivare in vetta e vivere l’esperienza di contemplare il mondo dall’alto.

Eppure, quando mi trovo in riva al mare, soprattutto se non si tratta di un mare “facile”, soprattutto se è poco frequentato da orde di vacanzieri, soprattutto se, per raggiungere una caletta nascosta, bisogna camminare a lungo su sentieri impervi, quando mi trovo in riva ad un mare così sento tutto il suo fascino che cattura la mia immaginazione.

E posso stare lì a lungo ad ascoltare il canto delle onde che si infrangono sulle pietre sbiancate dal sole e a contemplare l’acqua limpidissima in tutte le sue sfumature dal turchese cupo al colore del vino.

La breve vacanza a Itaca mi ha regalato proprio questo: un mare selvaggio e stupendo che ha incatenato i miei sensi.

Exogi - Itaca (Grecia)

Itaca (Grecia)

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in appunti di viaggio, così è la vita, le mie montagne, personali. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *