…. e non l’abbiamo presa bene…..

Eurovision Song Contest 2017, la manifestazione organizzata dalle televisioni europee che è una sorta di Erasmus della canzone, si è chiusa con la vittoria  del brano “Amar pelos dois” del portoghese Salvador Sobral deludendo la aspettative italiane che, forti dei pronostici, fino all’ultimo momento favorevoli, di “esperti” e bookmakers puntavano sulla vittoria di “Occidentali’s Karma”.

Al di là delle valutazioni di merito sulla canzone vincitrice,  un brano in lingua lusitana che si ispira vagamente alla tradizione del fado, dolcissima e per certi versi affascinante, quello che, come ogni anno, mi ha colpito è l’andamento delle votazioni.

Durante l’esibizione dei cantanti il clima è improntato a sportività e simpatia fra le nazioni, ma poi, quando è il momento di votare, spesso indipendentemente dal valore delle canzoni, le nazioni scandinave si votano fra loro, la Moldova vota la Romania e viceversa, Cipro e Grecia si scambiano favori, le nazioni nate dalla dissoluzione dell’Unione Sovietica si sostengono, come pure quelle nate dalla fine traumatica della Yugoslavia mentre l’Italia è un po’ esclusa da questi destini incrociati e, di solito, può contare solo sull’appoggio quasi incondizionato di Albania, Malta e San Marino.

Quest’anno  la delusione più cocente è arrivata proprio dalla piccola Repubblica del Monte Titano che ci ha decisamente snobbato, come d’altra parte era legittimo che facesse.

Nel più puro spirito sportivo non abbiamo reagito con classe, eleganza e sobrietà e, nel cuore della notte, sono partite le ritorsioni così aprendo la pagina di Wikipedia dedicata a San Marino si poteva leggere:

Capitale: Lisbona
Lingua ufficiale: Portoghese
Inno nazionale: Amar pelos dois

No, decisamente non l’abbiamo presa bene.

Cavenago

Info su Sciura Pina

Sono una ultrasessantenne, milanese, insegnante di lettere, mamma e casalinga a tempo perso. Amo la lettura, la fotografia. la montagna, il cinema, la buona cucina e viaggiare, soprattutto nella vecchia Europa. Sono curiosa, abbastanza anticonformista, mi piace osservare la realtà e farmi un'idea su tutto ciò che mi circonda. Se vuoi contattarmi scrivi a: sciurapina@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in così è la vita, e adesso musica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *